Primi

Risotto al topinambur, nocciole e glassa al balsamico

Il risotto al topinambur è un ottimo primo piatto, delicato ed elegante, una deliziosa alternativa ai risotti della tradizione.

Conoscete il topinambur? Io personalmente lo adoro. È un tubero dalla pasta pallida e soda, con un delicato sapore che ricorda vagamente il carciofo. È estremamente digeribile ed ipocalorico, ma ciò non vuol dire che sia poco goloso.

Si possono fare delle chips sfiziose, o delle vellutate avvolgenti con il topinambur, ma ammetto di aver amato moltissimo questo risotto!

Il risotto al topinambur, che ho arricchito con le nocciole e con la glassa al balsamico, può diventare un’ottima proposta per i menù delle feste che sono ormai alle porte.

risotto al topinambur

Ingredienti per 3 persone:

240 g di riso Carnaroli

220 g di topinambur (puliti e al netto dello scarto)

uno scalogno (o una cipolla dorata)

20 g di nocciole

un rametto di rosmarino fresco

due noci di burro

un cucchiaio di olio extravergine

glassa all’aceto balsamico Ponti

un limone (il succo)

Mezzo bicchiere di vino bianco

Preparate prima di tutto i topinambur: privateli della buccia con un pelapatate, tagliateli a cubetti piccoli ed immergeteli in acqua fredda acidulata con del succo di limone.

In seguito tritate la cipolla e fatela imbiondire dolcemente con una noce di burro ed un cucchiaio d’olio. Unite un rametto di rosmarino intero (che poi rimuoverete), fate andare qualche minuto, quindi buttate il riso. Fatelo tostare a fiamma più vivace e sfumate con il vino bianco. Una volta evaporato, unite il topinambur ben sgocciolato, fate insaporire qualche minuto, quindi coprite con un paio di mestoli di brodo caldo.

Portate a cottura il risotto al topinambur per 18 – 20 minuti circa, mescolando sempre e aggiungendo brodo all’occorrenza.

Terminata la cottura, spegnete il fuoco, mantecate con una noce di burro, coprite e fate riposare qualche minuto. Servite il risotto all’onda e ben caldo con una spolverata di nocciole tritate grossolanamente, rosmarino fresco tritato e qualche goccia di glassa Ponti.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Vai alla barra degli strumenti