Dolce/ Pane, pizza & Co/ Vegan

Treccine di pasta brioche al limone (ricetta vegan)

Le treccine di pasta brioche al limone sono delle semplici e soffici brioches perfette per la colazione.

Mi piace tantissimo pasticciare con i lievitati, e ogni settimana produco qualcosa fra pane, pizza o ogni tanto qualche brioche da colazione se mi viene la voglia.

Non sono però così brava da affrontare lievitati complessi come i grandi lievitati delle feste. I miei impasti sono sempre semplici ma mi danno tantissima soddisfazione!

Questa volta, sulla falsa riga delle brioches all’acqua che avete visto qualche tempo fa, ho voluto fare delle treccine profumate al limone, per avere a casa una colazione golosa e appagante come al bar.

Il procedimento per realizzarle è facilissimo, l’impasto è semplice e leggero, senza uova e senza burro ed è davvero difficile sbagliare.

Le treccine di pasta brioche si impastano sia a mano che con la planetaria, hanno poco zucchero e ancora meno olio. Non oso dire che siano ipocaloriche ma sono sicuramente povere di grassi, leggere e gradevoli. Questa volta, invece dell’acqua ho deciso di usare il latte d’avena che avevo in casa, ma potete attenervi alla ricetta originale da cui ho preso spunto ed utilizzare anche in questo caso l’acqua o addirittura un’altra bevanda vegetale, o il latte vaccino.

treccine di pasta brioche

Ingredienti per 12 – 14 treccine:

400 g di farina (io ho fatto un mix fra farina 0 e farina di tipo 2)

200 g di latte di avena a temperatura ambiente

45 g di olio di semi di girasole

50 g di zucchero di canna chiaro

3 g di lievito di birra disidratato

la scorza di un limone

un cucchiaino di estratto di vaniglia

Versate nella ciotola della planetaria le due farine setacciate, lo zucchero e la scorza di limone.

A parte, sciogliete il lievito nel latte d’avena e fate riposare un paio di minuti. Versate poi il latte sulle farine ed iniziate ad impastare a media velocità (se state usando la planetaria), altrimenti procedete a mano. Incorporate di seguito anche l’olio, poco per volta, e la vaniglia. Continuate a lavorare l’impasto delle treccine di pasta brioche fino a che non sarà omogeneo e liscio.

Mettete l’impasto nella ciotola, coprite con la pellicola e lasciatelo a lievitare in un luogo chiuso.

Attendete il tempo del raddoppio (in questo periodo ci vorrà molto meno del solito), rovesciate l’impasto su un piano di lavoro infarinato e sgonfiatelo leggermente. Dividetelo in 12 o 14 palline più o meno tutte della stessa dimensione (più palline farete, più piccole verranno le treccine alla fine) e dividete ogni pallina in tre parti. Con ciascuna delle tre parti create dei salsicciotti e intrecciateli formando una treccia ben chiusa alle estremità.

Disponete tutte le vostre trecce su una placca foderata di carta forno e lasciatele lievitare per altri 30 – 40 minuti.

Spennellatele con poco latte d’avena, spolverate con qualche granello di zucchero ed infornatele infine a 180 gradi per 15 minuti.

Conservate le treccine di pasta brioche in freezer e scongelatele per pochi minuti in forno non troppo alto per una colazione più buona che al bar!

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Sabrina di Delizie & Confidenze
    26 luglio 2018 at 12:05

    Delle treccine non solo bellissime nell’aspetto, ma fantastiche negli ingredienti!
    Sono le treccine perfette per la colazione dello gnomolo!
    T’ho già detto quanto mi piaccino le tue proposte, vero? ^_*sa

  • Leave a Reply

    Vai alla barra degli strumenti