Piatti unici

Panzanella ricca con fagioli neri e feta

La panzanella è quel piatto che d’estate non può mai mancare a casa mia. In parte perchè è quasi un obbligo morale visto che ormai vivo in Toscana da 7 anni, e in parte è semplicemente un piacere per il palato di cui non voglio privarmi.

La classica panzanella, piatto povero della tradizione toscana, è una semplice insalata di pane raffermo ammollato e mescolato a pomodori, cipolle e basilico. Stop. 

Questa è volto vicina alla versione tradizionale che ho descritto, ma ci sono tantissime declinazioni e arricchimenti che rendono la panzanella un piatto sempre diverso, versatile e talmente fresco che non può mancare nei pranzi estivi. Ci si possono aggiugere cetrioli, sedano, tonno, uova sode, olive.. insomma quello che più ci piace o che troviamo in frigo!

Questa volta ho deciso di preparare una panzanella nutriente e ricca, e l’ispirazione me l’hanno data i fagioli neri dell’azienda Cerreto Bio, un’azienda emiliana che produce alimenti di eccezionale qualità (cereali, legumi, spezie, erbe aromatiche etc) tutti rigorosamente biologici al 100%.

L’aggiunta dei fagioli neri e della feta rende questa panzanella un piatto completo e perfetto per la stagione calda che finalmente sembra arrivare.

Preparatela anche in anticipo, conservatela in frigo e servitela bella fresca. Farete felici tutti!

panzanella

Ingredienti per 2 – 3 persone

5 o 6 fette di pane toscano 

100 g di fagioli neri Cerreto Bio

50 g di feta 

un cipollotto di Tropea

una decina di pomodorini ciliegia

qualche foglia di basilico

una manciatina di capperi sotto sale

sale fino

pepe nero

olio extravergine

aceto di mele

Mettete in ammollo il giorno precedente i fagioli in una ciotola d’acqua.

Dopo almeno 12 ore di ammollo, lessateli in abbondante acqua per circa 45 minuti, scolateli e fateli raffreddare.

Mettete poi le fette di pane in una teglia e bagnatele con dell’acqua e un paio di cucchiai di aceto di mele. Non immergetele completamente, occorre solo far si che si bagnino e diventino friabili.

Dopo qualche minuto, strizzate e sbriciolate il pane in una ciotola. Aggiungete i fagioli, la feta sbriciolata, i pomodorini tagliati a spicchi, il cipollotto affettato ad anelli, i capperi ben sciacquati ed il basilico spezzettato con le mani.

Condite la panzanella con abbondante olio extravergine buono, sale e pepe nero.

 

NB: è meglio privare il pane della crosta in modo che il risultato finale sia omogeneo non rimangano pezzi di pane troppo duri.

Come avete notato, non ho dato dosi precise. La panzanella non è un piatto che richiede equilibri chimici impeccabili, ma solo estro ed ingredienti buoni. In quali quantità, valutate voi secondo il vostro gusto.

 

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    zia Consu
    28 maggio 2018 at 10:19

    Ma che golosissima variante 😛 Mi hai fatto venire l’acquolina 😛

  • Leave a Reply

    Vai alla barra degli strumenti