Piatti unici/ Zuppe & vellutate

Vellutata di topinambur con feta e funghi shiitake

La vellutata di topinambur è un piatto unico strabuono, leggero e depurativo che non può mancare nei nostri menù invernali.

La vellutata di topinambur è, insieme a quella di zucca, senza dubbio la mia preferita. Ammetto di aver scoperto il topinambur forse solo un paio d’anni fa ed è stata una delle scoperte ortofrutticole migliori che potessi fare. Il topinambur è un tubero il cui sapore ricorda quello del carciofo, ma è molto più delicato. E’ ipocalorico, ricco di fibre, vitamine e sostanze antiossidanti, e ha un basso indice glicemico.

E poi, la cosa fondamentale è che sia buono da morire e molto versatile in cucina. Io lo adoro al forno, tagliato a stick e arrostito insieme alle patate, oppure sottile sottile, come le chips.  Si mangia anche crudo, lo sapevate? 

Insomma, adoro il topinambur, si era capito forse!

La vellutata di topinambur che voglio invitarvi ad assaggiare è strepitosa, perfetta per il delicato mese di gennaio e la necessità di rimetterci un po’ in sesto dopo le super mangiate. Insieme alla feta e ai funghi shiitake (altro prodigio vegetale che amo moltissimo) diventa un piatto unico delicato ma non banale, light e disintossicante. E ha quell’appeal da comfort food che ci piace tanto.

Aggiungete al piatto dei crostini croccanti o dei semi e la vostra cena sarà davvero perfetta.

 

vellutata di topinambur

 

Ingredienti per tre persone:

una confezione da 500 g di topinambur

due patate medie

una cipolla dorata

150 – 200 g di funghi shiitake

100 g di feta greca

olio extravergine

sale 

pepe misto

uno spicchio d’aglio

brodo vegetale

 

Affettate la cipolla sottilmente, mettetela in una casseruola capiente dai bordi alti e rosolatela con dell’olio extravergine.

Sbucciate il topinambur e le patate e tagliateli a tocchetti. Quando la cipolla sarà appassita, unite i tuberi e rosolate il tutto per un paio di minuti.

Coprite a filo con il brodo vegetale caldo, mettete il coperchio e lasciate cuocere per 15 – 20 minuti. Controllate di tanto in tanto la vellutata di topinambur e aggiungete, se serve, altro brodo oppure il sale.

Nel frattempo, rosolate in una padella antiaderente uno spicchio d’aglio schiacciato e tuffatevi i funghi shiitake precedentemente affettati.

Saltateli a fuoco vivace per una decina di minuti finché non saranno appassiti, unendo di tanto in tanto un cucchiaio di brodo. Aggiustate di sale e , se vi piace, conditeli con del prezzemolo fresco.

Torniamo al topinambur: quando saranno sfatti, e le patate anche, spegnete il fuoco.

Frullate il tutto con il minipimer in modo uniforme fino ad ottenere una crema liscia.

Versate la vellutata di topinambur nei piatti, disponetevi sopra i funghi shiitake saltati, un po’di feta sbriciolata e condite con una grattata di pepe multibacca e l’immancabile giro d’olio extravergine.

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    zia Consu
    9 gennaio 2018 at 21:30

    Anch’io ho scoperto questo tubero molto tardi e, ora che ci penso, è anche tanto che non lo porto in tavola! Mi sa che la tua vellutata mi terrà presto compagnia una di queste cene ^_^
    Buona settimana Leti <3

  • Reply
    Silvia Brisi
    10 gennaio 2018 at 22:41

    Anche a me piace tantissimo il topinambur e a che io l’ho scoperto pochi anni fa!!
    Ottima questa vellutata, saporita e leggera!
    Un abbraccio!

  • Leave a Reply

    Vai alla barra degli strumenti