snack dolci

Barrette alla frutta secca con avena e semi

Ho preparato queste barrette circa due mesi fa e poi.. dimenticate! Ritorno subito sui miei passi lasciandovi qui la ricetta e spiegandovi brevemente di cosa si tratta.

Cercavo – cerco tuttora ma, ammetto, senza troppa foga – il giusto equilibrio per creare delle barrette croccanti e golose, che non abbiano abnormi quantità di zuccheri e grassi ma che mantenessero una consistenza adorabilmente crunchy. Niente, non ho centrato completamente l’obiettivo ma l’armonia di sapori che ho riscontrato in queste barrette morbide è stata insostituibile!

Le mie barrette alla frutta secca sono facilissime da fare, basta frullare parte degli ingredienti, mescolarli a tutto il resto, e cuocere in forno.

Sono inoltre un concentrato di grassi buoni e di energia sana perfetta per una pausa ritemprante, soprattutto per chi fa sport. La frutta secca, i fiocchi d’avena e i semi oleosi sono ricchi di vitamine, omega 3 e 6, e proteine vegetali preziose che rendono queste barrette uno snack sano, di quelli giusti.. le merendine confezionate lasciamole agli altri 😉

Io le ho preparate con quello che ho trovato in dispensa, ma è chiaro che si può giocare con gli ingredienti e creare ogni volta delle barrette sempre nuove. Vi do qualche suggerimento:

  • albicocche secche: sostituitele con datteri (io li adoro ma purtroppo hanno un eccessivo contenuto di zuccheri e mi tocca evitarli), uvetta, fichi secchi (idem come per i datteri), cranberries
  • mandorle: sostituitele con nocciole, noci, noci brasiliane, anacardi, noci pecan
  • melassa di cocco: sostituitela con sciroppo d’acero, d’agave, miele, malto (a mio avviso ha un sapore un po’forte, ma se vi piace, perchè no!?)
  • per arricchire: scaglie di cocco, cannella, vaniglia, zenzero…

Seguite i vostri gusti e preparerete delle barrette sempre nuove e sempre buonissime. Dopo la cottura, attendete che siano perfettamente raffreddate, tagliatele in quadrotti o rettangoli e conservatele in un barattolo ermetico. Viste le alte temperature, nei mesi estivi, vi suggerisco di metterle in frigo!

Ingredienti per una teglia rettangolare 20×30:

130 g di albicocche secche

30 g di farro soffiato

150 g di mandorle pelate

250 g di fiocchi d’avena

30 g di semi di sesamo

30 g di semi di girasole

45 g di semi di chia

80 g di melassa di cocco

50 g di olio di cocco

 

Mettete le albicocche secche in ammollo in una ciotola di acqua tiepida per una trentina di minuti. Ammollate anche i semi di chia, in un’altra ciotolina.

Frullate con un cutter le mandorle insieme alle albicocche ottenendo un composto grossolano, non vanno tritate finemente.

Unitele in una ciotola capiente a tutti gli altri ingredienti, quindi farro soffiato, semi e fiocchi d’avena. Unite anche i semi di chia che, dopo il tempo di riposo in acqua, hanno assunto la consistenza di un gel. Mescolate bene.

Scaldate leggermente l’olio insieme alla melassa in un pentolino e versateli sugli altri ingredienti. Mescolate con una spatola facendo in modo che tutto il composto sia umido, e versatelo in una teglia rettangolare rivestita di carta forno. Livellate bene il tutto e mettete la teglia in forno per 25 minuti circa a 170 gradi.

Estraete le nostre “quasi” barrette dal forno e lasciate raffreddare. Ricavate le barrette morbide tagliando dei quadrati o dei rettangoli, come vi piace di più, e conservatele in un barattolo.

 

 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    zia consu
    21 luglio 2017 at 18:00

    ..e meno male che te ne sei ricordata! Sarebbe stato un vero sacrilegio non condividerle con noi 😛
    Buon we Leti e un bacino alla Ginevra <3

  • Reply
    Silvia Brisi
    22 luglio 2017 at 21:15

    Sono davvero deliziose!! Brava letizia, me le segno perchè appena faccio scorta di fiocchi d’ avena, li ho tristemente finiti, le provo!!
    Buon we!!

  • Reply
    Silvia coniglio
    26 luglio 2017 at 2:34

    Ma se io volessi farle con più frutto di bosco e senza farro o avena dici che riesco? Ne ho mangiata una confezionata senza glutine che sapeva di finto ma l’idea era geniale!

  • Reply
    Silvia coniglio
    26 luglio 2017 at 2:36

    Ma se io volessi farle con più frutto di bosco e senza farro o avena dici che riesco? Ne ho mangiata una confezionata senza glutine che sapeva di finto ma l’idea era genia77 le!

  • Leave a Reply